mercoledì 11 aprile 2018

Scontro Travaglio-Rosato a Dimartedì



Nella puntata del 10 aprile a Dimartedì  vi è stato uno scontro acceso tra il direttore de Il Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, e il deputato Pd, Ettore Rosato.

Travaglio ha ricordato il fallimento della candidatura di Romano Prodi alla presidenza della Repubblica nel 2013, a opera di 120 franchi tiratori del Partito Democratico.
E aggiunge: “Il Pd aveva anche detto: ‘Mai al governo con Berlusconi‘.
Ci hanno fatto un governo, il patto del Nazareno, una riforma costituzionale e due leggi elettorali.
Rosato parla di democrazia interna al M5S, ma mi chiedo come abbia potuto parlare per 5 anni con Berlusconi e coi suoi, visto che Forza Italia è un partito appartenente a un gruppo televisivo affaristico”.
“Con Berlusconi abbiamo parlato solo due mesi” – ha ribattuto Rosato – “Il M5S è l’evoluzione tecnologica di Forza Italia“.
“Allora, visto che vi siete alleati con Forza Italia, alleatevi col M5S, cioè con la sua evoluzione tecnologica” – ha replicato Travaglio – “Ma perché siete così schizzinosi con un ragazzo di 31 anni e così corrivi con un vecchio pregiudicato puttaniere? E’ una cosa incomprensibile”.


“Le potrei rispondere che Di Maio deve ancora crescere” – ha risposto allora Rosato – “Noi a Di Maio e a Salvini, che dicono di aver vinto le elezioni, diciamo di fare un governo e di dimostrarci come si governa questo Paese. Dopodiché io spero che questo governo fallisca, noi non abbiamo paura delle elezioni”.
Ma qualche secondo dopo smentisce di aver auspicato il fallimento di un governo M5S-Lega.
Un grande Marco Travaglio ha messo in buca un piccolo Ettore Rosato.

3 commenti:

  1. Come rubare caramelle ad un bimbo.
    La "o" col bicchiere però gli riesce che è una meraviglia.

    RispondiElimina