mercoledì 4 aprile 2018

F.T.: Travaglio importante per la vittoria del M5S

Il Financial Times pensa che Marco Travaglio sia stato influente per la vittoria del M5S alle elezioni.

James Politi descrive sul Financial Times Marco Travaglio come un «importante difensore dei Cinque Stelle e un loro sostituto sui media italiani, che ha favorito la ribellione contro la politica tradizionale esplosa nelle elezioni politiche del 4 marzo. 

Con un impegno a porre fine alla politica italiana corrotta, che ha rispecchiato le campagne che Marco Travaglio ha condotto per anni, il Cinque Stelle ha preso più del 32% diventando il più forte partito italiano».

Un dirigente pentastellato, anonimo, sottolinea infatti come Marco Travaglio sia stato fondamentale per il successo elettorale del movimento. «Avere Travaglio in TV è efficace come mandare in trasmissione uno dei leader del M5S», spiega il dirigente, che evidenzia l’importanza televisiva di Travaglio, più rilevante rispetto alla direzione del Fatto Quotidiano per l’opinione pubblica vicina ai grillini.

Il direttore del Fatto Quotidiano rimarca al Financial Times come il suo giornale abbia trattato il M5S come una forza che aveva il diritto di far politica, ed essere giudicata per ciò che faceva al governo, non come barbari o trogloditi, secondo Politi un’allusione alla descrizione mediatica dei Cinque Stelle sui principali media ital

3 commenti:

  1. Travaglio, come sua peculiarità giornalistica, non ha fatto altro che attenersi ai 'fatti'! Se questi hanno contribuito alla crescita e consolidamento dei 5S significa soltanto che i pentastellati hanno seguito un percorso finalizzato al bene comune, in opposizione ad un 'sistema' che era ed è, cementificato sugli interessi degli eletti.

    RispondiElimina
  2. Valeria Cardilli5 aprile 2018 17:28

    Non è un mese e neanche un anno che Travaglio combatte la corruzione politica e chi la esercita.Ha pagato in prima persona il fatto di denunciare pubblicamente i corrotti e i collusi.
    Non ha avuto mai paura di nessuno e non è stato mai servo di nessuno.
    È un Giornalista, non un giornalaio!!

    RispondiElimina
  3. Infatti è l'unico giornale non finanziato dalla politica politicante: cancro del nostro paese....

    RispondiElimina