sabato 24 marzo 2018

Chi è la nuova presidente del Senato


Chi è la nuova presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati?

Maria Elisabetta Alberti Casellati, senatrice di Forza Italia di 71 anni, è stata eletta nuova presidente del Senato, grazie a un "accordo" tra Movimento 5 Stelle, Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. 

La sua elezione, come quella di Roberto Fico alla Camera, è arrivata dopo parecchi giorni di tensione tra Movimento 5 Stelle e Forza Italia.

Alberti Casellati è nata nel 1946 a Rovigo e vive a Padova; è la prima donna eletta alla presidenza del Santo nella storia della Repubblica ed è stata nel Consiglio Superiore della Magistratura. La senatrice è sposata e ha due figli: uno fa il direttore d’orchestra e l’altra l’avvocato.

La neo presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati, eletta pochi minuti dopo l'approdo di Roberto Fico, del Movimento 5 Stelle, allo scranno più alto della Camera, è un famoso avvocato matrimonialista a Padova ( è laureata anche in diritto canonico).
Ma prima di essere eletta consigliere laico dell’organo di autogoverno della magistratura (è stata al Csm dal 2014 al 2018), la senatrice di Forza Italia ha percorso molte tappe in Parlamento.

Entrò a far parte di Forza Italia nel 1994, diventandone segretaria al Senato. Dal 2001 al 2006 Alberti Casellati è anche stata vice-capogruppo di Forza Italia.
E' quindi nel partito sin dalla sua nascita  ed è considerata molto vicina a Silvio Berlusconi e a Niccolò Ghedini.

A Palazzo Madama ha ricoperto gli incarichi di presidente della commissione Sanità, vice capogruppo vicario di Forza Italia, membro del consiglio di presidenza del Senato come segretario d’aula, capogruppo di FI nella giunta delle elezioni.

È stata per due volte sottosegretaria alla salute e dal 2008 al 2011 è approdata al ministro della Giustizia come vice di Angelino Alfano occupandosi di giustizia civile, edilizia penitenziaria e giustizia minorile.

Oltre ai buoni rapporti con i colleghi parlamentari, la neo presidente del Senato conta da anni su una rete di rapporti di cordialità con la struttura di Palazzo Madama. La sua segretaria è sempre la stessa e l’ha seguita anche nella parentesi al Csm. Fino a ieri ha mangiato insieme ai suoi collaboratori nel tavolo comune del ristorante del Senato. Dice di lei un suo affezionato collaboratore: «E’ inflessibile con se stessa e pretende il massimo dagli altri».

Nel settembre 2013, ospite di Lilli Gruber a Otto e Mezzo su La7, la Casellati
ebbeun confronto con Marco Travaglio, in collegamento, sui guai giudiziari di Silvio Berlusconi, che era in attesa che la Giunta per le elezioni e le immunità del Senato si esprimesse sulla retroattività della legge Severino. Quando Travaglio ricostruì le vicende che portarono l’ex Cavaliere alla condanna in via definitiva nel processo Mediaset, la Casellati interrompeva in continuazione. Travaglio si stancò e si zittì: “Lilli, io chiudo qui…”

Vedremo...

4 commenti:

  1. Sicuramente meglio lei di Paolo Romani. ha la fedina penale immacolata.....anche se votò ..la grande stupidata di Ruby nipote di Mubarak!

    RispondiElimina
  2. Non mi esprimo...solo speriamo al mrglio

    RispondiElimina
  3. Incensurata certo e fermo restando che tanto si doveva al centro destra, la sua elezione mi indigna. Non mi rappresenta nemmeno come donna. Ho fatto un excursus negli interventi televisivi di questa persona ed è imbarazzante il suo tenace difendere l'indifendibile. Avrà i suoi motivi certo ma che nulla hanno a che spartire con la la salvaguardia della legalità, giustizia e interessi del popolo italiano. 71 anni genuflessa. Raccapricciante.

    RispondiElimina